arrow  Newsletter FIMP Toscana n° 199 - 6 febbraio 2015 - CERTIFICATI SCOLASTICI AGGIORNAMENTO

Carissimi,
nel mese di Gennaio è stato rivisto l'accordo tra l'Ufficio Regionale Scolastico per la Toscana e la Federazione Regionale Toscana degli Ordini dei Medici con piccole modifiche rispetto la testo precedentemente siglato.
La revisione si è resa necessaria in particolare per recepire le modifiche legislative che sono state emanate in tema di certificazioni sportive e per adeguare la modulistica del certificato per la somministrazione dei farmaci .
Nel sito della FIMP Toscana, nella pagina Documenti –> Modulistica, trovate pubblicati il testo dell’Accordo e i Moduli per le varie certificazioni, che sono allegati a questa comunicazione.

Particolare attenzione va rivolta al certificato per le attività sportive scolastiche che deve pervenire al pediatra compilato in TUTTE le sue parti e firmato dal Dirigente Scolastico, o un suo delegato, e che per parte nostra deve essere riempito nella parte sottostante.
Potete anche stamparlo uno ex novo, ma sarebbe preferibile compilare e consegnare ai genitori il modulo scolastico.
Vi ricordo che:
a) se un ragazzo ha già un certificato (sia esso non agonistico o agonistico) può utilizzare quello
b) che per i certificati scolastici va richiesto l’ECG su ricetta SSR con esenzione I01

È previsto anche il certificato in caso di riammissione a scuola con gessi o in caso di medicazioni, suture... Questo certificato è necessario non per una nostra assunzione di responsabilità (che è comunque dell'organizzazione scolastica), ma per superare le norme antiinfortunistiche che, in presenza di una specifica prognosi, di fatto impedirebbero la frequenza scolastica per lunghi periodi. Il Dirigente Scolastico adotterà poi le eventuali misure organizzative ritenute opportune per la permanenza negli ambienti scolastici del bambino. In ogni caso i genitori dovranno presentare alla scuola una dichiarazione di responsabilità per la riammissione a scuola compilando il modulo allegato.

Fate attenzione anche al certificato per la somministrazione dei farmaci a scuola, è leggermente cambiato rispetto al precedente ed è stato redatto in base a quanto previsto da circolari ministeriali e delibere regionali. Il certificato riguarda essenzialmente i farmaci la cui somministrazione non richiede il possesso di cognizioni di tipo sanitario, né di discrezionalità tecnica e può essere erogata da parte di personale adulto non sanitario, purché adeguatamente formato.
Ricordate che la "formazione del personale" non è compito nostro (anche se molte Scuole provano a chiedervela), ma deve essere organizzata dalla Scuola direttamente con la ASL di riferimento.

Dr. Valdo Flori